• Il professor Francesco Sabatini ha una risposta per tutti i dubbi grammaticali e sintattici….

    Comments

    comments

  • 33 Commenti

    WP_Modern_Notepad
    • Maria Pia Baccari scrive:

      Desidero ringraziare il professore per la spiegazione della locuzione stepchild adoption (della quale molti – anche gli addetti ai lavori – ne parlano senza sapere cosa significhi). Sarebbe importante avere una lezioncina del professore su questo uso smodato della lingua straniera (inglese) sovente per nascondere al popolo discriminazioni, ingiustizie e manipolare le menti!
      Peraltro é stato l’unico minuto (insieme allo spazio di ieri) dedicato a quanto accaduto al Circo Massimo, fenomeno che meriterebbe maggiore considerazione!

    • Filomena scrive:

      Essendo in periodo di iscrizione scolastica vorrei una sua opinione circa l’importanza dello studio del latino. In particolare faccio riferimento al piano degli studi del liceo scientifico, opzione scienze applicate, dove il latino è sostituito dall’informatica.

    • sebastiano calanni rindina scrive:

      Il verbo sfilare: Il corteo ha sfilato per via san francesco. Il verbo è transitivo? O si dovrebbe dire: il corteo è sfilato per via san francesco?

      Apud, in latino, regge l’accusativo: Perchè in tv si ente senpre dire: vicono a Roma e non vicino Roma?
      Garzie

    • Angela Guarino scrive:

      Gentilissimo professore Sabatini avrei un dubbio che solo lei può sciogliere riguardo una frase che ho trovato su un invito matrimoniale.
      “….. hanno l’onore di annunciarvi il matrimonio di loro figlia.”
      E’ corretto dire “di loro figlia”.
      La ringrazio.

    • Alfio Di Benedetto scrive:

      Buonasera Prof. Sabatini, la disturbo per chiderle un suo parere in merito alla seguente frase “non ancora scelgono”

    • giovanni tonazzo scrive:

      Mi sorprende che persone tecnicamente qualificate usino il termine “espianto” invece del giusto termine “prelievo”. Essendo un volontario AIDO, e facendo incontri nelle scuole, gradirei un chiarimento.
      Cordiali saluti,

      Giovanni Tonazzo

    • Daniela scrive:

      Salve Prof. Sabatini,

      avrei dubbio sulla frase seguente: “Lui conosce in russo solo 4 parole”….”In russo” che complemento è?

      Grazie

      Daniela

    • Andrea Del Fuoco scrive:

      Avrei una domanda da fare

      Per indicare attinenza con l’ argomento l’ apostrofo ci vuole oppure no? Si dice ”che c’ entra…” oppure ”che centra…”? Qual’è la differenza?

      Grazie, professore

    • Gentilissimo Prof. Sabatini,

      spesso, negli ambiti più disparati, molti usano anteporre al complemento oggetto l’espressione “quello che è, quelli che sono”. Ad es. <>; non sarebbe più corretto dire <>?

      Cordiali saluti,

      Marco Mantovani

    • Gentilissimo Prof. Sabatini,
      in ambiti disparati, molti usano anteporre al complemento oggetto l’espressione “quello che è, quelli che sono”. Ad es. “Il Presidente illustra quelli che sono gli obiettivi aziendali”; non basta dire semplicemente “…illustra gli obiettivi…”?
      Cordiali saluti,
      Marco Mantovani

    • Luciano Mazzini scrive:

      Grazie al prof. Sabatini per la sua rubrica e buongiorno a tutti. Il nostro sperimentatore, nella lettura delle previsioni dice: è in arrivo un’altra di perturbazione e non, come penso, un’ altra perturbazione. Qual’è giusta? Grazie. Luciano Mazzini.

    • Pierangelo Cigna scrive:

      Esimio Prof.Sabatini
      riguardo all’impronunciabile e infelice espressione STEP CHILD ADOPTION ho provato a inventare una alternativa italiana: ADOZIONE PARTENARIALE. Desidero conoscere un suo parere a riguardo.
      Grazie
      PierangeloCigna

    • Giusi Porrello scrive:

      Esimio Prof. Sabatini,la seguo ogni domenica e continuo a parlare di lei anche ai miei piccoli alunni ai quali consiglio di seguirla.
      Sono Giusi Porrello, un’insegnante che opera nella scuola primaria da più di trent’anni e oggi ancora innamorata della SCUOLA. Oggi, però, alla luce della rivoluzione che sta investendo la scuola, volevo rifletter con lei su una cosa:
      ma dobbiamo insegnare ancora ai nostri alunni le parti variabili e invariabili del discorso? Io le considero l’ABC del mio “fare italiano”, ma ad oggi sto entrando in crisi. Forse rischio di dare ai miei alunni delle conoscenze inutili? Forse ai nostri bambini risulta inutile e noioso studiare la morfologia, la sintassi, l’ortografia…ma la lingua italiana è LA NOSTRA LINGUA!!!
      La ringrazio anticipatamente, anche a nome di molte maestre ( che meraviglia questo nome) in crisi come me!!
      Affettuosamente e con forte ammirazione!!
      Giusi Porrello (Sciacca-Agrigento)

    • Giacomo Corrado scrive:

      Chiarissimo prof. Sabatini, noto con dispiacere che la Rai, per la sua interessantissima rubrica, mette a disposizione pochissimi minuti che spesso vengono rubati dalle rubriche precedenti. Mi piacerebbe vederla, all’ interno di questo Ente, dirigere una commissione per la salvaguardia della Lingua Italiana, questo perchè, come da lei frequentemente fatto notare, cresce l’ uso assurdo di usare termini stranieri al posto di quelli italiani. Altrettanto deplorevole l’uso, in qualche programma culinario, di termini sbagliati come farina di polenta per farina di mais, rape rosse per barbabietole rosse, mangiare un pinzimonio per mangiare verdure crude in pinzimonio e così via.
      Prima di pronunciare un nome straniero, i giornalisti e conduttori televisivi, s’informino qual’è la giusta pronuncia o, come si sentiva una volta, lo dicano leggendo così come è scritto. Ho una certa dimestichezza con qualche lingua straniera e sentire nomi spagnoli pronunciati alla francese, francesi all’inglese, tedeschi all’inglese e persino italiani alla francese (alla Parigi Dakkar di qualche anno fa, uno, allora, sconosciuto motociclista friulano di nome Orioli fu chiamato Oriolì).
      Ieri mattina, vedendo il TG1 delle ore 8.00, le mie orecchie non credevano a ciò che sentivano. L’inviato della Rai a Basovizza (Trieste) per il giorno del ricordo dei martiri delle foibe, chiede allo studio di mandare in onda un servizio registrato dicendo: che PARTISSE il servizio.
      Termino le mie lamentele chiedendole se è sbagliato, come io ritengo, l’uso del verbo evacuare nella frase “la popolazione è stata evacuata” al posto di “la zona è stata evacuata”, come pure l’uso di “Maria si è lasciata con il fidanzato” al posto di “Maria e il suo fidanzato si sono lasciati”.
      Sperando di sentirla più a lungo e per tanto tempo ancora, la saluto con stima e rispetto.

      Giacomo Corrado
      S.Giorgio di Nogaro (Udine)

    • Francesco Antonini scrive:

      Gentile Professor Sabatini,

      le scrivo per chiederle il motivo per il quale è considerata forma corretta scrivere tuttora ( senza apostrofo) e tutt’oggi ( con l’apostrofo) considerato che ora ed oggi costituiscono due avverbi di tempo.

      Il dizionario Treccani giustifica tutt’oggi con l’apostrofo dato che avverbio di tempo, non dovrebbe essere la stessa cosa con il l’avverbio ora?

      Grazie anticipatamente per la sua risposta.

      Cordiali saluti

      Francesco Antonini

    • Vorrei scrivere al professor Sabatini…come fare?grazie

    • sig.sabatini vorrei sapere seè meglio dire è una cosa molto bella opuure èuna roba molto bella?

    • Salve.. Ho dei dubbi sui pronomi. Mio nipote che frequenta la quarta elementare ha scritto un racconto che finiva : … Tornati i genitori Astral li mangiò, Marco lo uccise lanciandogliun secchio di acqua bollente . Chiedo ” lo” uccise e’ corretto scriverlo cosi’ pronome o andava scritto l’ ho uccise verbo… Grazie

    • Gentile prof. Sabatini nella frase :”Se alcuni sostengono che lo sport aiuta a dimagrire è perché loro stessi ne hanno fatto esperienza”. Qual è la frase principale ?

    • buongiorno qual è la mail per scrivervi e porre un quesito al Prof. Sabatini ? Non è chiaro sul sito …

    • Egregio Professore, domenica scorsa 14 febbraio nella mia bellissima città, Verona, si è svolta un’altra riuscita edizione della Mezza Maratona. Per tutta la città imperavano questi cartelli per avvisare la popolazione “STRADA INTERESSATA AL PASSAGGIO DELLA GIULIETTA & ROMEO HM (Half Marathon)” . Qualcosa non mi piace … Grazie e cordiali saluti

    • Pierangelo Malfatti scrive:

      Professor Sabatini buongiorno, questa è la mia domanda: come mai i giornalisti dei telegiornali RAI esordiscono sempre con “Buongiorno dalla TG! piuttosto che TG2, etc”? A me risulta che TELEGIORNALE sia singolare maschile, perché lo fanno diventare femminile?
      Spero che lei possa risolvere questo mio dubbio
      Pierangelo Malfatti

    • Giuliano Angiolani scrive:

      Gent.mo Professore
      Durante la cronaca della corsa di Formula 1 viene adoperato il verbo sopravanzare quando una vettura n sorpassa un’altra. Non sarebbe meglio adoperare sorpassare? Grazie

    • Domenica Carrozza scrive:

      Gentilissimo professor Sabatini,
      sono un’insegnante di scuola primaria. Quest’anno svolgo la mia attività in una classe prima, insegno italiano.
      Ho l’abitudine di spiegare le regole di grammatica quando scrivo le frasi alla lavagna, scrivendo la è ho spiegato che l’accento, posto in quella direzione, si chiama grave. Il giorno dopo un alunno mi ha chiesto se doveva mettere l’accento grave. Allora ho capito che potevo osare. Ho spiegato la differenza tra accento grave e acuto ed, insieme, abbiamo trovato delle parole e poi fatto delle frasi con i due tipi di accenti. Ho una bella classetta. Non condividendo l’impostazione del libro di testo, ho scritto un racconto per insegnare la letto-scrittura ai bambini. Un testo vicino al mondo dei bimbi ed essendo la scuola nella frazione di una città di mare, non potevo non scrivere che di pesci. Fa da sfondo la raccolta differenziata e la cura dell’ambiente. Il mio metodo è un misto tra il fonetico e il globale. Seguo l’ordine alfabetico che, secondo me, mette ordine anche nella mente dei bimbi.
      Torno agli accenti. Sono stata accusata da colleghi che hanno la classe prima, facendo parte di una gruppo su facebook che si scambia buone pratiche, di andare troppo di corsa e di fare cose astratte. Ho risposto che ho seguito solo il suo consiglio che ho sempre condiviso: insegnare le regole grammaticale, e non solo, sin dagli inizi della scuola primaria.
      La mia domanda: non sarebbe più difficile lasciare le regole agli anni successivi, anziché farli andare di pari passo con l’apprendimento della letto-scrittura?
      La ringrazio per tutti i consigli che ci dona.
      Cordialità
      Domenica Carrozza

    • Cristina scrive:

      Buongiorno, gradirei sapere se si può dire
      questo tua considerazione mi perplime

      in luogo di
      questa tua considerazione mi rende perplessa

      non so se devo attendere la risposta via mail.
      Grazie
      Cristina

    • Buongiorno, ho 45 anni e mi sono accorto di non sapere bene la differenza tra i verbi regolari e irregolari. È grave? Si tratta solo di un tema legato alla coniugazione?
      Grazie.
      Cordiali saluti.
      Fabio da Rho.

    • giuseppina scrive:

      volevo sapere se parlando di personaggi storici si possono usare tempi diversi
      ad esempio: mentre per Socrate la virtù era….per i sofisti era—-Infatti Socrate afferma che…
      grazie

    • giovanni botticelli - melano -svizzera scrive:

      durante un telegiornale , ho sentito da un intervistato la seguente frase:
      ….questi personaggi erano inchisêstati…. è corretto? non forse corretto ….sotto inchiesta?
      grazie a voi e al professor Sabatini.

    • In alcuni testi di grammatica italiana, il punto viene posto dopo le virgolette; in altri, invece, viene posto prima della chiusura delle virgolette. Qual è la forma più corretta? Possono esistere le due forme?

    • Egregio dr. Sabatini grazie per le complete delucidazioni sulla nostra lingua poco conosciuta specialmente da noi italiani. La domanda, sentita in TV: vienici a trovare o vieni a trovarci? Grazie e a risentirla sempre. Luciano Mazzini Grosseto.

    • Antonio Bilotto scrive:

      Buongiorno Professore,
      chiedo una Sua opinione sull’abuso che a mio parere viene fatto ultimamente sull’utilizzo dell’aggettivo “importante”: politici, sportivi, personaggi dello spettacolo intervistati, sempre più spesso dichiarano: “è stata una partita importante”, “è stata una prestazione importante”, “si tratta di una quantità importante” e così via, allo scopo di non dettagliare situazioni con aggettivi più adatti ma che potrebbero risultare più sgradevoli o contestabili dalla critica.
      Cosa ne pensa?
      Grazie.
      Antonio da Avellino

    • Giancarlo Vessichelli scrive:

      Egr.Prof. Della fuoruscita di greggio a genova, sento dire continuamente “sversato”, noi in Toscana sversare significa sgraziato – sgarbato. I giornalisti che usano sversre per dire della fuoruscita del greggio sono nel giusto?
      Grazie e cordiali saluti
      Giancarlo Vessichelli

    • Buongiorno, vorrei sapere se il verbo riflessivo “custodirsi” può essere correttamente usato anche per riassumere tutti quegli atti quotidiani che riguardano la cura della persona o se è un uso solo dialettale. Grazie e cordiali saluti.

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.

Social Network

Calendario

gennaio: 2016
L M M G V S D
« dic   feb »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Commenti recenti