• Con il Professore Francesco Sabatini per chiarirci su dubbi, incertezze della lingua italiana

    Comments

    comments

  • 25 Commenti

    WP_Modern_Notepad
    • Antonio Lagioia scrive:

      Perché al singolare si dice l’uovo, mentre al plurale le uova?

    • adriana scrive:

      Buongiorno professore e Buona Pasqua! Vorrei sapere se dire “presso” per indicare il luogo dove si svolge un evento è esatto. Grazie, Adriana

    • marco stefanini scrive:

      Gentilissimo Prof. Sabatini,
      Le ho scritto diverse volte su queste rubriche, senza mai ottenere risposta. Desidererei davvero avere il Suo parere in merito al seguente quesito. Lei stesso, nella trasmissione del 1 marzo 2015, a proposito di un dubbio espresso da un ascoltatore riguardante “ signora ministra o signora ministro?” rispose testualmente : “…ora che le donne hanno occupate le prime posizioni…”
      Ecco, si dice “hanno occupate” o “hanno occupato”?
      Tra le due frasi:
      1) Anna, ti ho lasciata davanti casa e non ti ho più rivista;
      2) Anna, ti ho lasciato davanti casa e non ti ho più rivisto;
      qual è quella grammaticalmente corretta?
      Volendo insistere: Ci hai ingannati o ci hai ingannato?… Anna ti ho amata perdutamente…o Anna ti ho amato perdutamente?
      La ringrazio infinitamente se vorrà esprimere il Suo parere in proposito.
      Con infinita stima.
      Marco Stefanini

    • Guglielmo Guglielmi scrive:

      Egregio Professore,
      Le sarei grato se volesse spiegarmi perché si dice “soffiarsi il naso” e non “soffiare dal naso”.
      Grazie anticipate se vorrà rispondermi.
      Guglielmo Guglielmi

    • Guglielmo Guglielmi scrive:

      Egregio Professore, un dubbio mi assilla. I giorni della settimana (lunedì, martedì, ecc….) sono nomi proprii o nomi comuni? E quelli dei mesi?
      Grazie anticipate, se avrà la cortesia di rispondermi.
      Guglielmo Guglielmi

    • Renato De Rienzo scrive:

      Egregio Professore,
      Avrei tante domande ed osservazioni da fare ma mi limito a proporre di “bacchettare”, una volta per tutte, giornalisti, conduttori e presentatori, forse ultimi baluardi della grammatica e della corretta pronuncia, che continuano imperterriti a dire “propio” anziché “proprio”. Inoltre, occorre “invitare” i redattori delle scritte in basso al televisore (sottopancia) di rileggere quanto scrivono prima di mandarle in onda: si eviterebbero pessimi errori. E ancora, perché sostituire gli accenti con gli apostrofi? Ormai tutte le tastiere di ultima generazione hanno tasti con vocali accentate per usarli nella nostra lingua…
      Per il momento può bastare.
      Grazie

    • Angelo Di Donato scrive:

      Buonasera prof. Sabatini,
      sono a chiederle se l’espressione “…. laboratorio ex Scuola … ” è comunque corretta per indicare un laboratorio già in uso, gestito dalla Scuola o occorre più correttamente usare l’espressione “…..ex laboratorio della Scuola…” per indicare un laboratorio prima gestito dalla Scuola pure in presenza dell’esistenza in vita della Scuola.
      Grazie.

    • Antonio Musci scrive:

      Carissimo Professore, in un programma televisivo ho sentito dire “lo pneumatico…” mentre da sempre io dico “il pneumatico,,,” fra l’altro a me pare che il primo suoni anche male !
      Grazie

    • Egregio Professor Sabattini
      Nel brano Cosi` che non riusciva a capire perche` lei non lo riconoscesse. Per un attimo fu tentato di dirle: ”Ma non ti ricordi di me?” …FU TENTATO DI ( DIRLE) e` la forma passiva del verbo TENTARE o l`espressione ESSERE TENTATO DI= ESSERE DISPOSTO Grazie mille Irina

    • Egregio e carissimo Professore, non riesco a trovare in internet o sui tradizionali dizionari o enciclopedie il significato del termine CANTONAGGIO(da me finora usato per indicare la pulizia delle strade da rifiuti e erbacce)…Esiste??Se si, cosa significa??
      Un calorosissimo saluto a tutta la trasmissione
      Grazie

    • Tommaso Carrafiello scrive:

      Ultimamente nel gergo tecnico si sente spesso usare l’aggettivo “soffolto” relativamente a scogliere artificiali erette fin poco sotto il pelo dell’acqua, per proteggere la costa dall’erosione, spesso in contrapposizione a quelle emerse. Dal momento che il verbo “soffolgere” significa sostenere, puntellare, sorreggere, non riesco a capire il nesso etimologico di questa definizione.
      Grazie.

    • Gentile professore,
      un mio dubbio frequente è il seguente, quale tra queste due forme è corretta?
      – volevo chiederle se fosse possibile esporre … o
      – volevo chiederle se sarebbe possibile ..(sottintendendo in questo caso per esempio ‘se lei volesse’)
      Grazie mille

    • Lorenzo scrive:

      Egregio Professore,
      avrei un quesito da porle: perché esistono nomi propri di persona come Regina o Azzurra ma non esistono i corrispettivi maschili?

    • Giovanni scrive:

      Egregio Professore,
      vuole, per favore, dire qualcosa sull’uso improprio, fatto dai partecipanti ad un noto programma di cucina, della parola “croccante”?
      La ringrazio.

    • anna bartoli scrive:

      Si dice: un sacco di cose sono….oppure: un sacco di cose e’..?

    • Stefano scrive:

      Nell’ambito lavorativo, per chiedere un’offerta ad un fornitore di materiale o servizi, spesso si usa il termine “Inchiestare” il fornitore. E’ corretto?
      Grazie

    • Leonardo scrive:

      Ho 49anni.
      Da piccolo mi hanno insegnato a scrivere il pneumatico che al plurale faceva i pneumatici.
      Oggi sento dire lo pneumatico che al plurale fa gli pneumatici.
      Perché?
      Grazie

    • Francesco scrive:

      Egregio Professore,
      la seguo ogni domanica con grande piacere. Le chiedo: è corretto dire ” gli amici che ho visto” oppure”gli amici che ho visti”?. Me lo spieghi Lei,per favore.
      Grazie.
      Cordili saluti.

    • Rita Romanò scrive:

      Egr. Prof. Sabbatini
      seguo sempre con grande piacere la sua rubrica della domenica mattina, sono un’insegnante di Scuola Primaria che dopo aver lasciato gli studi anni fa ha deciso di laurearsi in lettere, scrivendo la tesi sul testo teatrale di Pierantonio Legacci, Egloga a la martorella intitolata Savina, nell’intermezzo comico mi sono imbattuta in una espressione oscura: “dove la civetta al gobbio a discrezione / deccho a qui illiro che schizamo di fatto”. Potrebbe darmi un aiuto?
      Con grande ammirazione
      Rita Romanò

    • Renzo Barbattini Udine scrive:

      Buonasera professore, sono piuttosto imbarazzato, devo ammettere che sono un dinosauro. Non riesco a capire le risposte ai messaggi inviati con whatsapp e/o ai post di face book tramite le cosiddette “faccine” (emoticon). Abbiamo così una bella lingua (l’italiano), con un ricco vocabolario non riesco a capire perché si deve racchiudere un sentimento, a volte, complesso in una faccina che ride o che piange. Mi sembra che sia un banalizzare il pensiero!
      Meglio di niente ma vuol mettere un bel pensiero originale (non copiato da internet!) che ti ha costretto a pensate alla persona cui mandi qualche minuto? Non un click!
      Renzo Barbattini, Udine

    • Cesare Buzzi scrive:

      Egr. Professore
      sono Francesca, ho nove anni e frequento la quarta elementare.
      Oggi ho discusso con la mamma mentre facevo i compiti di italiano perchè lei sostiene che si dica “il tuo aiuto non è servito” io invece dico “il tuo aiuto non ha servito”.
      La mamma è convinta di aver ragione ma non sa spiegarmi il perchè…mi può aiutare Lei?
      Grazie mille

      Francesca

    • Gent./mo prof. Sabatini,
      vivo in Germania dal 1961 e volendo ammettere che il mio italiano potrebbe lasciare a desiderare, mi consolo quando vedo e sento dei giornalisti della Rai ed altri che sono più analfabeti di me.
      La mia domanda: é giusto dire …..allo sud, ….nella caso, ..nello calcio ….la presidente Renzi, ..la tempo che fá e così via?
      La ringrazio per una Sua spiegazione.

      Mit freundlichen Grüssen
      Giuseppe Lucifora

    • Marco Perego scrive:

      Egr. Prof. Sabbatini
      Qual è il verbo relativo al sostantivo “scansione”?

      Cordiali saluti

      Marco Perego

    • Paolo Chietti scrive:

      Egregio Professore,
      una delle ultime pubblicità della FIAT simula l’interrogazione di un bambino a cui viene chiesto il superlativo di buono e questi risponde ”buonissimo”!
      salvo che la grammatica italiana non sia cambiata l’esatta risposta è ”ottimo”
      Mi sembra che Buono,migliore ottimo
      e cattivo,peggiore,pessimo siano ormai sconosciuti anche nelle scuole.
      E’ cambiata la regola o l”ignoranza della lingua avanza (anche fra i docenti) dilaga?
      Grazie e buon lavoro
      Paolo

    • Renzo Barbattini Udine scrive:

      Domanda: “la polizia ha fatto i rilievi opportuni” ma i “rilievi” non sono le montagne? Non sarebbe più corretto “rilevamenti”? Grazie

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.

Social Network

Calendario

aprile: 2015
L M M G V S D
« mar   mag »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930